denuncia2011

Il progetto D E N U N C i A nasce sotto la direzione artistica di Bibiana La Rovere, dall’incontro con la parola nella visione poetica e l’espressione artistica di Arago Design, Stefano Carbonetti, Erminia Cardone, Abner Marzi, Marco Mazzei, Iacopo Pasqui e Vice.
Il contenuto è rivolto alla ricerca sensoriale ed interattiva, luogo di germinazione della bellezza, quale forma e valore culturale eticamente condivisibile.
Sponda di un fraseggio nel filo che tesse, riannoda e accende la vita in quel disagio che vibra, condotti ad interrogarci in ogni tempo, sulla nostra capacità di vivere e amare.
Poiché “Per un artista è inconcepibile non sentirsi sempre all’inizio” - Cesare Pavese, da Il mestiere di vivere.
L’inaugurazione il 16 ottobre 2011 al muMI di Francavilla al Mare, sede del Convento Michetti che diede luce al Cenacolo michettiano o Cenacolo dannunziano, percepito dalla scrittrice Matilde Serao, colpita dal sodalizio di artisti e uomini di cultura che gravitavano attorno ad esso, come “…il più giovane, il più forte, il più intellettuale centro d’Italia”, apre la prima edizione di un dialogo ininterrotto.
Ben oltre il Canto novo ora, con l’intento di favorire, incontrare e scoprire talenti, esplorando e articolando insieme i paralleli e i paradossi dell’esistere, lungo un tracciato che avrà come prossima tappa la città di Verona per poi proseguire nel suo articolato nomadismo territoriale. La creazione di un sito di riferimento traduce nella sua circolarità, l’arte del pensiero nella sua dinamica evolutiva, nel suo essere centro in grado di unire.
D E N U N C i A è un viaggio nella sensibilità di una memoria interna, in un rapporto di mobilità, mutabilità e di multiformità.
L’espressione di un sentire che porti il riconoscimento dell’autenticità di un dialogo tra le lontananze, in un accordo superiore che solo l’arte del segno, del suono e l’arte della parola sanno raggiungere. Bibiana La Rovere
Francavilla al Mare, 8 settembre 2011

credits | foto | rassegna stampa